UNO STRANO «INDUISMO»

Autore: Gianni Confienza

Il testo riprodotto in questa pagina è un estratto dell'articolo pubblicato nel numero 110 della Rivista di Studi Tradizionali.

Il testo integrale, completo delle note, è disponibile con l'acquisto del numero corrispondente della rivista.

... ...Dobbiamo segnalare un fenomeno relativamente recente consistente nel tentativo, da parte di certi scrittori e di certi «ashram» induisti, di diffondere l’idea che l’induismo sia l’unica tradizione valida, e l’unica che iniziaticamente comporti ancora le più elevate possibilità.

Tali correnti, variamente differenziate, vanno dalle solite lezioni di Yoga, però nobilitate da una infarinatura dottrinale, fino alle pretese di fornire metodi che trascendono lo Yoga con una immediata realizzazione del Sé.

In Italia l’ideologia in questione - che vuole riferirsi non allo Yoga ma al Vêdânta - è sostenuta particolarmente dallo scrittore Gian Giuseppe Filippi e da un altro occidentale a firma Devadatta Kīrtideva Aśvamitra, i quali utilizzano principalmente Internet come mezzo di diffusione, cioè proprio il meno adatto a trattare delle più elevate dottrine metafisiche per il suo intrinseco carattere dissolvente e antitradizionale...

...si può facilmente evincere quali siano le linee-guida, sulla base dei testi di riferimento pubblicati:
troviamo ad esempio in tutta evidenza un articolo dal titolo: «PERCHÉ GLI AVATĀRA SI MANIFESTANO SOLO IN INDIA?», nel quale si nega esplicitamente la validità di altre tradizioni e l’autenticità di Profeti altri che non gli Avatâra della tradizione Indù.

...Le tesi sostenute in predetto articolo sono talmente tendenziose ed esclusiviste che potrebbero essere condivise, o da chi sia indù di nascita e non abbia mai sentito la necessità di guardare fuori dal suo mondo, o da chi sia completamente suggestionato da un ambiente settario - (se si vuole escludere la malafede).

...Di questi tempi c’è una “epidemia” di personaggi che si ritengono superiori a Guénon, ma che nelle loro rivendicazioni danno prova di squilibri di vario genere.
Nell' introduzione troviamo una severa critica dei tempi moderni, giusta in certi punti, in altri falsata da affermazioni gratuite...

...Inoltre anche nell'ambito di quello che dovrebbe essere il dominio iniziatico si verifica il fenomeno della formazione di correnti eterodosse ad opera di falsi maestri, fenomeno ricorrente in tutte le forme tradizionali, ma che ora assume particolare rilievo per l’invasività delle comunicazioni mediatiche...

«...possiamo solamente menzionare il miserevole rudere delle iniziazioni di mestiere ... ».
Definire l’iniziazione massonica in questo modo è innanzitutto una affermazione falsa ed anche una dimostrazione di incomprensione da parte di questo “scrittore” che, sia per quanto riguarda la Massoneria che il Tasawwûf , vanta una conoscenza che palesemente non possiede...

CONTATTI: Potete contattarci all' indirizzo di posta elettronica:  info@rivistadistuditradizionali.itstuditrad@gmail.com